Alberi di cococerri in crescita – Dove piantare i cococerri

Gli alberi di cococerri in crescita si trovano comunemente nelle colline pedemontana e nei canyon di montagna. Fai clic sul seguente articolo per saperne di più su come usare le chokecherries e dove piantarle nel paesaggio domestico.

Alberi di cococerri in crescita - Dove piantare i cococerri

Un parente di salice, pioppo tremulo, ontano, pino ponderosa e snowberry, in crescita alberi di chocecherry si trovano comunemente nelle colline pedemontana e nei canyon di montagna, ad un’altitudine di 4.900 a 10.200 piedi e lungo corsi d’acqua o altre aree umide. Impariamo di più su come usare i chokecherry nel panorama domestico.

Che cos’è un Chokecherry?

Quindi, cos’è un chokecherry? Gli alberi di chocecherry in crescita sono grandi arbusti (piccoli alberi) che sono autoctoni negli Stati Uniti sud-orientali ma che possono essere coltivati ​​come un esemplare di paesaggio perenne altrove. Prunus viginiana può raggiungere altezze fino a 41 piedi con un baldacchino di 28 piedi di larghezza; ovviamente, questo è estremamente raro e in generale la pianta può essere mantenuta a una dimensione di circa 12 piedi di altezza per 10 di larghezza.

Gli alberi di cocorotteri portano fiori bianchi cremosi lunghi da 3 a 6 pollici, che diventano scuri frutto carnoso rosso, maturando in un nero viola maturo con una fossa al centro. Questo frutto viene utilizzato per produrre marmellate, gelatine, sciroppi e vini. La corteccia è stata talvolta usata per aromatizzare gli sciroppi per la tosse. I nativi americani hanno utilizzato l’estratto di corteccia come cura per la diarrea. Il frutto di alberi di cococerry in crescita è stato aggiunto a pemmican e usato per curare afte e herpes labiale. Foglie e ramoscelli sono stati immersi per creare un tè per alleviare raffreddori e reumatismi mentre il legno della chocecherry è stato trasformato in frecce, archi e steli di tubi.

Come usare la chokecherry nel paesaggio

Chokecherry è comunemente usato come frangivento nelle fattorie, nelle piantagioni ripariali e per abbellire le autostrade. A causa del suo habitat (e della sua potenziale tossicità), è necessario prestare attenzione nel determinare dove piantare i chokecherry. Nel paesaggio del giardino, la chokecherry può essere utilizzata come schermo o in impianti di massa, essendo consapevole della sua propensione al succhiare e moltiplicarsi.

Inoltre, tieni presente che i cervi adorano pascolare sugli alberi di chokecherry, quindi se non vuoi i cervi, non vuoi gli alberi di chokecherry.

Come piantare un paesaggio, tu può crescere e raccogliere frutti di chocecherry in autunno; più tardi si raccoglie, più dolce è il frutto. Rimuovi gli steli e le foglie tossici quando pulisci le bacche e non schiacciare i semi durante la cottura o l’estrazione del succo. Pertanto, il buon senso ti direbbe di non mettere le bacche nel frullatore!

I frutti di cococerry sono una ricca fonte di fibre alimentari con il 68 percento dell’indennità giornaliera raccomandata, il 37 percento di DRA di vitamina K e una formidabile fonte di manganese, potassio e vitamina B6 con solo 158 calorie per mezza tazza.

Istruzioni per la semina di cococerry

Gli arbusti di cococerry crescono più abbondantemente in terreni umidi ma sono adattabili a una varietà di terreni nel terreno arena del pH del suolo da 5,0 a 8,0. Freddo resistente alla zona USDA 2, resistente al vento, moderatamente resistente alla siccità e all’ombra, le istruzioni per la piantagione di chokecherry sono piuttosto minime in quanto non particolarmente esigenti su dove si trova.

Detto questo, in natura, gli alberi di chokeberry in crescita sono spesso si trova vicino a fonti d’acqua e, quindi, sarà più rigoglioso con un’adeguata irrigazione, mentre il pieno sole promuove anche la fruttificazione. principalmente noto per il suo ruolo nel fornire habitat, come preziosa fonte alimentare per la protezione della fauna selvatica e degli spartiacque. Tutte le parti dei chokecherry in crescita sono mangiate da grandi mammiferi come orsi, alci, coyote, pecore bighorn, pronghorn, alci e cervi. Gli uccelli sgranocchiano il suo frutto, e persino il bestiame domestico e le pecore navigano nella chocherry.

Le foglie, gli steli e i semi contengono una tossina, chiamata acido cianidrico, che raramente può causare avvelenamento negli animali domestici. Il bestiame deve mangiare quantità significative delle parti tossiche delle piante che non si verificano normalmente se non nei periodi di siccità / carestia. I segni di avvelenamento sono angoscia, sfumature bluastre alla bocca, respiro rapido, salivazione, spasmo muscolare e infine coma e morte.

Like this post? Please share to your friends:
Lascia un commento

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!: