Che cos’è l’aglio di elefante – Ulteriori informazioni sulla piantagione e cura dell’aglio di elefante

Un'altra pianta che può essere usata per impartire un sapore simile, sebbene più leggero, di aglio è la pianta di aglio dell'elefante. Come coltivate l'aglio elefante e quali sono alcuni degli usi dell'aglio elefante? Leggi questo articolo per saperne di più.

Che cos'è l'aglio di elefante - Ulteriori informazioni sulla piantagione e cura dell'aglio di elefante

La maggior parte degli epicurei usa l’aglio quasi quotidianamente per esaltare il sapore delle nostre creazioni culinarie. Un’altra pianta che può essere utilizzata per conferire un sapore simile, sebbene più leggero, di aglio è l’aglio elefante. Come coltivate l’aglio elefante e quali sono alcuni degli usi dell’aglio elefante? Continua a leggere per saperne di più.

Che cos’è l’aglio elefante?

L’aglio elefante (Allium ampeloprasum) sembra uno spicchio d’aglio gigante, ma in realtà non è un vero aglio ma più strettamente correlato a un Porro. È una lampadina resistente con grandi foglie blu-verdi. Questa erba perenne vanta un gambo di fiore rosa o viola fuori misura che appare in primavera o in estate. Sotto terra, cresce un grosso bulbo costituito da 5-6 grandi chiodi di garofano circondati da proiettili più piccoli. Questa pianta di allium raggiunge un’altezza di circa 3 piedi dal bulbo alla punta delle foglie a forma di cinturino e ha origine in Asia.

Come coltivare l’aglio di elefante

Questa erba è facile da coltivare e una volta stabilito, richiede poca manutenzione. Acquista spicchi di semi di grandi dimensioni da un fornitore o prova a impostare quelli trovati nei negozi di alimentari. L’aglio di elefante acquistato nei negozi di alimentari non può tuttavia germogliare, poiché viene spesso spruzzato con un inibitore della crescita per prevenire la germinazione. Cerca teste ferme con una copertura asciutta e cartacea.

Con la piantagione di aglio elefante, la maggior parte di qualsiasi terreno lo farà, ma per i bulbi più grandi inizia con un terreno ben drenante. Scavare un piede nel terreno e modificarlo con un secchio da 1,5 galloni di sabbia, polvere di granito, miscela di humus / torba per 2 ’ x 2 ’ a 3 ’ x 3 ′ sezione e mescolare bene. Completa il vestito con un po ‘di letame ben invecchiato e pacciamatura intorno alle piante con foglie tritate e / o segatura per tenere a bada le erbe infestanti e anche per nutrire quando gli emendamenti si decompongono o si rompono.

L’aglio dell’elefante preferisce il sole pieno essere cresciuto nelle regioni temperate fino alle zone tropicali. In climi più freddi, pianta in autunno o in primavera mentre in regioni più calde l’erba può essere piantata in primavera, autunno o inverno.

Rompi il bulbo in chiodi di garofano per la propagazione. Alcuni chiodi di garofano sono molto più piccoli e sono chiamati cormi, che crescono all’esterno del bulbo. Se pianti questi cormi, produrranno una pianta non in fiore nel primo anno con un bulbo solido o un singolo grande chiodo di garofano. Nel secondo anno, il chiodo di garofano inizierà a separarsi in più chiodi di garofano, quindi non ignorare i cormi. Potrebbero essere necessari due anni, ma alla fine otterrai una buona testa di aglio di elefante.

Cura e raccolta dell’aglio di elefante

Una volta piantata, la cura dell’aglio di elefante è piuttosto semplice. La pianta non deve essere suddivisa o raccolta ogni anno, ma piuttosto può essere lasciata sola dove si diffonderà in un gruppo di più teste fiorite. Questi ciuffi possono essere lasciati come piante ornamentali e come deterrenti per parassiti come gli afidi, ma alla fine diventeranno troppo affollati, causando una crescita stentata.

Innaffia l’aglio elefante quando viene piantato per la prima volta e regolarmente in primavera con 1 pollice di acqua a settimana. Innaffia le piante al mattino in modo che il terreno si asciughi al calar della notte per scoraggiare le malattie. Smetti di annaffiare quando le foglie dell’aglio iniziano a seccarsi, il che indica che è tempo di raccolta.

L’aglio dell’elefante dovrebbe essere pronto a raccogliere quando le foglie vengono piegate e muoiono indietro — circa 90 giorni dopo la semina. Quando metà delle foglie sono morte, allenta il terreno attorno al bulbo con una spatola. Puoi anche completare le cime delle piante immature (scapes) quando sono tenere prima della fioritura. Questo indirizzerà più energia della pianta nella creazione di grandi bulbi.

Che cos'è l'aglio di elefante - Ulteriori informazioni sulla piantagione e cura dell'aglio di elefante

Elefante Aglio Usa

Gli scapi possono essere decapati, fermentati, mescolati, ecc. E persino congelati in un sacchetto richiudibile, crudo, per un massimo di un anno. Il bulbo stesso può essere usato come l’aglio normale, anche se con un sapore più mite. L’intero bulbo può essere arrostito intero e utilizzato come diffusione sul pane. Può essere saltato, tagliato a fette e mangiato crudo e tritato.

L’asciugatura del bulbo in un seminterrato fresco e asciutto per alcuni mesi prolungherà la vita dell’aglio e indurrà un sapore più pieno. Appendi i bulbi per asciugarli e conservali per un massimo di 10 mesi.

Like this post? Please share to your friends:
Lascia un commento

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!: