Che cos’è la necrosi batterica: scopri la necrosi batterica del Saguaro Cactus

Il Saguaro cade in preda a una brutta infezione chiamata necrosi batterica del saguaro. L'importanza di rilevare e iniziare il trattamento non può essere sottolineata, poiché la pianta può vivere per un po 'di tempo con piccoli punti della malattia, ma alla fine cadrà se non trattata. Scopri di più qui.

Che cos'è la necrosi batterica: scopri la necrosi batterica del Saguaro Cactus

Il Saguaro è uno dei più maestosi e statuari dei cactus. Sono anche in preda a una brutta infezione chiamata necrosi batterica del saguaro. Che cos’è la necrosi batterica? Se sai cos’è la necrosi, puoi dire con il nome che questa malattia è semplicemente una condizione che marcisce i tessuti della pianta. È una malattia puzzolente, potenzialmente pericolosa per la vita con alcune pratiche di controllo difficili. L’importanza di rilevare e iniziare il trattamento non può essere sottolineata, poiché la pianta può vivere per qualche tempo con piccoli punti della malattia, ma alla fine cadrà se non trattata.

Che cos’è la necrosi batterica?

Il cactus Saguaro può vivere per 200 anni e crescere fino a 60 piedi di altezza. Questi mostruosi abitanti del deserto sembrano imponenti e impervi ma possono in realtà essere abbattuti da un minuscolo batterio. La necrosi del cactus Saguaro può invadere la pianta in diversi modi. Alla fine crea tasche necrotiche nella carne che si diffonderanno. Queste aree necrotiche sono tessuti vegetali morti e, se lasciate incontrollate, possono infine uccidere queste piante regali. Il trattamento della necrosi batterica nel saguaro nelle prime fasi può dare alla pianta una probabilità di sopravvivenza dell’80%.

I problemi del cactus Saguaro sono rari, poiché questi giganti spinosi hanno sviluppato metodi di protezione dai predatori e sono notevolmente adattabili a una varietà di condizioni sfavorevoli. La necrosi del cactus Saguaro inizia come macchie scure nella carne, che è morbida e puzzolente. Alla fine, la malattia progredisce in lesioni marce che trasudano liquido scuro e puzzolente.

La necrosi del cactus del Saguaro può anche svilupparsi in una patch di sughero in cui la pianta sta cercando di guarire se stessa. Qualsiasi violazione della zona tappata rilascerà i batteri e infetterà più della pianta. Il cattivo è un batterio chiamato Erwinia. Può entrare nella pianta da qualsiasi infortunio e persino dalle attività di alimentazione di una falena. I batteri sopravvivono anche nel suolo fino a quando non trovano una vittima.

Che cos'è la necrosi batterica: scopri la necrosi batterica del Saguaro Cactus

Trattamento della necrosi batterica nel Saguaro

La necrosi batterica del trattamento del saguaro è principalmente manuale, poiché non esistono sostanze chimiche approvate per combattere il batteri. Il materiale infetto deve essere rimosso dalla pianta e l’area pulita per prevenire la diffusione della malattia. Il materiale infetto deve essere distrutto e non aggiunto al cestino del compost. Facendo immediatamente “ chirurgia ” sulla tua pianta può o meno salvarlo, tuttavia, poiché i batteri vivono nel terreno o in materiale vegetale morto sul terreno.

Eventuali lesioni future o persino il tunneling di larve nella pianta lo lasceranno aperto a reinfezione. Dovresti trattare il processo proprio come un intervento chirurgico e prepararti sterilizzando tutti gli strumenti che utilizzerai e armarti con alcuni guanti pesanti per evitare di rimanere bloccato dalle spine della pianta.

Problemi del cactus del Saguaro a causa della necrosi batterica inizia con ferite aperte e trasudanti. Avrai bisogno di un coltello affilato e pulito per ritagliare l’area. Accise anche almeno ½ pollice del tessuto sano circostante. Mentre tagli, immergi il coltello in una soluzione in rapporto 1: 9 di candeggina e acqua per disinfettare i tagli. Mentre esegui i tagli, inclinali in modo che l’acqua fuoriesca dal cactus.

Risciacqua il buco che hai fatto con la soluzione di candeggina per uccidere eventuali agenti patogeni rimanenti. Il buco deve rimanere aperto all’aria per asciugarsi e callo naturalmente. Nella maggior parte dei casi, il cactus andrà bene purché i batteri non vengano reintrodotti. In rari casi, un cactus è stato interamente cinto dalla malattia e, purtroppo, la pianta deve essere rimossa e distrutta. Questo di solito accade solo in grandi piantagioni o in natura dove l’occhio acuto del giardiniere non è a conoscenza di potenziali problemi.

Like this post? Please share to your friends:
Lascia un commento

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!: