Che cosa è la disidratazione: scopri la disidratazione nelle piante

Che cosa è la disidratazione: scopri la disidratazione nelle piante

L’inverno è una stagione difficile per le piante di tutto il mondo, ma è più difficile dove le temperature sono al di sotto dello zero e l’essiccazione dei venti è comune. Quando sempreverdi e perenni sono sottoposti a queste condizioni, spesso finiscono con foglie dorate, o immediatamente dopo un evento di essiccazione o mesi dopo. Il danno da secchezza in inverno è un problema fin troppo comune che può portare alla morte di piante precedentemente sane.

Cos’è l’essiccazione?

L’essiccazione, in senso lato, è ciò che accade quando un grande la quantità di umidità viene rimossa da una sostanza. Se quella sostanza è un gas o un solido, è lo stesso processo. Quando parliamo di disidratazione nelle piante, ci riferiamo specificamente al trasferimento di quantità eccessive di acqua dalle foglie e nell’atmosfera. Come parte delle loro normali funzioni respiratorie, le piante tendono a rilasciare un po ‘di umidità, ma di solito non è un problema poiché portano anche nuovi fluidi dalle radici allo stesso tempo.

L’essiccazione invernale avviene quando uno di due situazioni è presente. In uno, la pianta è radicata in un terreno ghiacciato, ma sta comunque cercando di continuare i suoi processi metabolici. Nell’altro, c’è una forza esterna che rimuove più umidità di quanto la pianta rilascerebbe normalmente, come un vento molto secco. Il primo scenario è molto più facile da gestire rispetto al secondo, ma entrambi sono trattati allo stesso modo.

Trattamento dei danni di essiccazione

Una volta che la pianta è danneggiata dall’essiccazione, non si può tornare indietro – quei tessuti marroni sono solo morti Tuttavia, è possibile adottare misure per proteggere il proprio impianto da ulteriori danni durante tutto l’anno. Anche se l’essiccazione invernale è la più drammatica, le piante sono a rischio di disseccamento per tutto l’anno. Poiché la disidratazione è più comune negli alberi e arbusti appena trapiantati, o in quelli che non stanno bene, si paga per dedicare un po ‘di tempo extra e cura a queste piante.

Inizia mettendoli su un programma di irrigazione. Anche se potrebbero non aver bisogno di acqua ogni settimana, assicurati di dare molta acqua tra i temporali. La quantità esatta dipenderà dalle dimensioni della tua pianta e dai suoi requisiti di irrigazione, ma l’irrigazione del prato non sarà sufficiente. Le piante più grandi hanno bisogno di molta più acqua – nell’intorno di parecchi pollici ogni settimana. Continuate finché possibile, irrigando finché il terreno non è congelato. Un albero o un arbusto adeguatamente idratato sarà in grado di resistere molto più a lungo contro i venti disseccanti a causa della loro riserva di acqua extra.

Per aiutare le tue piante a trattenere l’acqua che le dai, pacciamare la radice zone con due o quattro pollici di pacciamatura organica. Per alberi e grandi arbusti, queste zone pacciamate possono diffondersi a diversi metri di distanza dalla pianta stessa. Assicurati di aggiornare il tuo pacciame ogni anno, almeno fino a quando la pianta è stabilita. Questo processo richiede circa cinque anni, a seconda del tipo di albero o arbusto che stai crescendo.

Che cosa è la disidratazione: scopri la disidratazione nelle piante

Video: Come eliminare i problemi cutanei cambiando alimentazione

Like this post? Please share to your friends:
Lascia un commento

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!: