Come prendere talee basali: identificare e radicare talee di piante basali

Le piante perenni si riproducono, con nuove aggiunte ogni anno. Quella nuova crescita che vedi intorno ai bordi è nuova rispetto alla crescita originale dell'anno precedente. Puoi usare queste talee di piante basali per piante completamente nuove. Scopri di più in questo articolo.

Come prendere talee basali: identificare e radicare talee di piante basali

Le piante perenni si riproducono da sole, con nuove aggiunte ogni anno. Quella nuova crescita che vedi intorno ai bordi di hosta, margherite Shasta, lupini e altri è nuova rispetto alla crescita originale dell’anno precedente. Gambi multipli aumentano le dimensioni della pianta esistente oppure puoi prendere talee basali per piante completamente nuove.

Cosa sono le talee basali?

In poche parole, basale significa fondo. Le talee basali provengono dalla nuova crescita che spunta ai bordi della pianta su quelli che crescono da una singola chioma. Diventano taglienti quando si utilizza uno strumento affilato per rimuoverli intorno al livello del suolo, vicino al fondo.

Se desideri andare un po ‘oltre, puoi scavare e ottenere le nuove radici che sono attaccate. Tuttavia, questo non è appropriato per le piante che crescono da un fittone. La propagazione basale richiede la semina in modo che si sviluppino nuove radici.

Come prendere talee basali: identificare e radicare talee di piante basali

Come prelevare talee basali

Prelevare talee basali all’inizio della primavera. I gambi delle talee dovrebbero essere solidi a questo punto, quando inizia la crescita. Più avanti nella stagione, gli steli possono diventare cavi. Prendi una nuova pianta che si è sviluppata attorno al bordo esterno e agganciala vicino al fondo con potatori affilati e puliti. È importante pulire i potatori tra ogni taglio, poiché l’area basale in cui crescono le piante è particolarmente suscettibile alle malattie fungine e batteriche.

Pianta le talee in contenitori porosi di argilla riempiti con terriccio nuovo e inumidito. Se lo desideri, puoi applicare l’ormone radicante all’estremità tagliata. Se le temperature lo consentono, tenere i contenitori all’esterno fino a quando non avviene il radicamento. In caso contrario, metti le piante che sono state radicate all’esterno attraverso il processo di indurimento.

Le fonti dicono che queste talee si sviluppano meglio se piantate vicino al bordo del contenitore. Puoi testare questa teoria piantandone una anche nel mezzo e vedere quali talee si radicano più rapidamente. Le talee hanno bisogno di ossigeno per svilupparsi, da qui l’uso dei contenitori di argilla.

Puoi incoraggiare il radicamento usando il calore inferiore o mettendo un sacchetto di plastica su ogni contenitore per creare un’atmosfera simile a una serra.

Il tempo di radicazione varia a seconda della pianta, ma la maggior parte delle radici entro poche settimane. Le piante desiderano crescere in questo periodo dell’anno. Le radici si sviluppano quando c’è resistenza a un leggero strappo sul taglio. Quando vedi una nuova crescita o radici che passano attraverso il foro di drenaggio, è tempo di ripiantare in singoli contenitori o nell’aiuola.

Video: TALEA STELLA DI NATALE,

Like this post? Please share to your friends:
Lascia un commento

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!: