Cura delle piante di carice – Come coltivare piante di carice autoctone

Le piante di carice sono resistenti alla siccità, facili da coltivare e praticamente esenti da manutenzione. Porteranno anche consistenza e movimento in qualsiasi area del paesaggio. Ulteriori informazioni sui tipi di carice e su come coltivarli in questo articolo.

Cura delle piante di carice - Come coltivare piante di carice autoctone

Esistono oltre 100 specie di piante di carice. Che cos’è il carice? Queste piante simili all’erba sono resistenti alla siccità, facili da coltivare e praticamente esenti da manutenzione. Ci sono molti tipi di carice tra cui scegliere, ma le piante di carice autoctone offrono l’opportunità di ricostituire e rinnovare i paesaggi naturali mentre danno al giardiniere una pianta rustica fatta per la regione. Qualunque specie tu scelga, la coltivazione di piante di carice nel giardino porta consistenza e movimento in qualsiasi area del paesaggio.

Che cos’è il carice?

A prima vista, si potrebbe supporre che i carici siano erbe. Non sono e si trovano nel genere Carex. I sedici abbracciano sia varietà autoctone che versioni ibride. Sono utili nelle aree umide, come intorno agli stagni, ma ci sono anche tipi di carice che prosperano nelle regioni asciutte. Sia le piante ornamentali che le piante di carice autoctone producono minuscoli semi che alimentano alcune specie di uccelli e molti animali usano il fogliame per allineare e creare nidi.

Le piante di carice hanno le caratteristiche foglie strappy simili a molte erbe e proprio come l’erba, si riproducono da semi e rizomi. Il carice affolla altre specie invasive ed è disponibile in molte tonalità e altezze. È una pianta sempreverde che cresce molto nelle stagioni più fredde e può rimanere dormiente a temperature calde.

Piante da carice in crescita

La maggior parte dei vivai ha alcune varietà di carice a portata di mano. Se stai cercando una specie particolare, potrebbe essere necessario ordinare semi o inizi. Le piante da seme impiegheranno un paio di stagioni per raggiungere dimensioni utilizzabili, ma crescono facilmente come i semi di erba. È meglio coltivare varietà autoctone attraverso un coltivatore, poiché alcune di queste piante sono in pericolo e la raccolta in natura è vietata.

La maggior parte dei tipi di carice cresce in sole o all’ombra. Le zone fresche dovrebbero piantare al sole, mentre le posizioni più calde troveranno una migliore produzione se le piante si trovano in parti leggermente ombreggiate del giardino. Inoltre, alcune varietà sono xeriche o richiedono posizioni asciutte, mentre altre sono idriche e devono essere costantemente umide. I carici che sono mesici hanno la più ampia tolleranza sia in condizioni asciutte che umide.

Le piante di carice in crescita nel suolo mesico creano le probabilità per te su grandi e belle piante in quasi tutte le regioni. Alcuni tipi da provare sono:

  • Texas
  • Prato
  • Prato
  • Creek
  • Stream
  • Cherokee
  • Emory
  • Franks
  • Malibu
  • Fraser ’ s
  • Pennsylvania
  • Bunny Blue

Cura delle piante di carice - Come coltivare piante di carice autoctone

Cura delle piante di carice

La cura delle piante di carice è minima. Raramente hanno bisogno di fertilizzanti, le piante possono essere facilmente spostate e crescono rapidamente e possono persino essere utilizzate come erba. Le piante di carice affrontano la falciatura occasionale in situazioni di prato e hanno il vantaggio di richiedere poca ulteriore attenzione, a differenza dell’erba di erba tradizionale, che ha bisogno di molto azoto aggiunto e può diventare infestante.

Durante la concimazione, nutrire la pianta all’inizio dell’estate con un cibo vegetale azotato leggero.

Irrigare le piante al sole almeno 3 volte durante il mese. Per quelle piante in zone più ombreggiate, irrigare solo una volta al mese a meno che la propria regione non sia in acuta siccità, nel qual caso l’acqua 2 volte al mese. Sospendi l’irrigazione in autunno e in inverno.

Se lo desideri, riduci i carici dopo che sono fioriti per preservare un aspetto più ordinato. Puoi falciare le piante ma usa una lama affilata e falcia non meno di 2/3 dell’altezza della pianta. Se la pianta inizia a estinguersi al centro, dividi il carice tra la primavera e l’inizio dell’estate per fare ancora più piante. Se non vuoi che la pianta semini, taglia le teste dei semi all’inizio della primavera.

Video: Come preparare il terreno per l'orto – tecniche e consigli – come coltivare l´orto biologico

Like this post? Please share to your friends:
Lascia un commento

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!: