Earthbox Gardening: informazioni sulla messa a dimora in un Earthbox

Earthbox Gardening: informazioni sulla messa a dimora in un Earthbox

Ti piacciono i putz in giardino ma abiti in un condominio, appartamento o casa di città? Hai mai desiderato di poter coltivare i tuoi peperoni o pomodori, ma lo spazio è prezioso per il tuo piccolo terrazzo o lanai? Una soluzione potrebbe essere semplicemente il giardinaggio in terra. Se non hai mai sentito parlare di piantare in un earthbox, probabilmente ti starai chiedendo cosa diavolo sia un earthbox?

Cos’è un Earthbox?

In poche parole, i fioriere earthbox sono contenitori auto-irrigatori che avere un serbatoio d’acqua costruito in grado di irrigare le piante per diversi giorni. Earthbox è stato sviluppato da un contadino con il nome di Blake Whisenant. La scatola di messa a terra disponibile in commercio è realizzata in plastica riciclata, lunga 2 piedi e 15 pollici e alta un piede, e può ospitare 2 pomodori, 8 peperoni, 4 o 8 fragole – per mettere tutto in prospettiva.

A volte i contenitori contengono anche una fascia di fertilizzante, che alimenta continuamente le piante durante la loro stagione di crescita. La combinazione di cibo e acqua disponibili su base continua si traduce in alta produzione e facilità di crescita sia per la coltivazione di verdure e fiori, specialmente in aree di restrizione di spazio come un terrazzo o un patio.

Questo sistema geniale è ottimo per la prima volta il giardiniere, il giardiniere che a volte può essere dimenticato dell’irrigazione per essere completamente negligente e come un giardino di partenza per i bambini.

Come realizzare un Earthbox

Il Earthbox giardinaggio può essere realizzato in due modi: puoi acquistare un earthbox tramite Internet o un centro di giardinaggio, oppure puoi creare il tuo earthbox planter.

Creare il tuo earthbox è un processo relativamente semplice e inizia con la selezione di un container. I contenitori possono essere vaschette di plastica, secchi da 5 galloni, piccole fioriere o pentole, secchi per bucato, oggetti in feltro, secchi per lettiere per gatti … la lista continua. Usa la tua immaginazione e ricicla ciò che è intorno alla casa.

Oltre a un contenitore, avrai anche bisogno di uno schermo di aerazione, un tipo di supporto per lo schermo, come un tubo in PVC, un tubo di riempimento e una copertura per pacciamatura.

Il contenitore è diviso in due sezioni separate da uno schermo: la camera del terreno e il serbatoio dell’acqua. Praticare un foro attraverso il contenitore appena sotto lo schermo per consentire all’acqua in eccesso di drenare ed evitare di allagare il contenitore. Lo scopo dello schermo è di tenere il terreno sopra l’acqua in modo che l’ossigeno sia disponibile alle radici. Lo schermo può essere fatto da un’altra vasca tagliata a metà, plexiglass, un tagliere di plastica, schermi di finestre in vinile, ancora una volta la lista potrebbe continuare. Prova a riutilizzare qualcosa che giace in casa. Dopotutto, questa è chiamata una scatola “terra”.

Lo schermo è forato attraverso fori per permettere all’umidità di penetrare fino alle radici. Avrai anche bisogno di un qualche tipo di supporto per lo schermo e, di nuovo, usa la tua immaginazione e riutilizza oggetti domestici come secchielli di sabbia per bambini, vaschette di plastica, contenitori per neonati, ecc. Più alto è il supporto, più grande è il serbatoio dell’acqua e più a lungo puoi passare dall’irrigazione. Fissare i supporti allo schermo utilizzando fascette di nylon.

Inoltre, un tubo (solitamente un tubo in PVC) avvolto con tessuto orizzontale può essere utilizzato per l’aerazione invece dello schermo. Il tessuto manterrà i mezzi di invasatura da intasare il tubo. Basta avvolgerlo intorno al tubo e incollarlo a caldo. Uno schermo è ancora messo in atto, ma il suo scopo è quello di mantenere il terreno in posizione e consentire l’assorbimento di umidità dalle radici delle piante.

Avrete bisogno di un tubo di riempimento fatto di tubo in PVC da 1 pollice tagliato a accomodare la dimensione del contenitore scelto. Il fondo del tubo dovrebbe essere tagliato con un angolo.

Avrai anche bisogno di una copertura per pacciamatura, che aiuti la ritenzione dell’umidità e protegga la banda di fertilizzanti dal fango – il che aggiungerà troppo cibo al terreno e brucia le radici Un pacciame può essere fatto da pesanti sacchetti di plastica tagliati per adattarsi.

Come piantare la tua Earthbox

Le istruzioni complete per la semina e la costruzione, incluse le stampe blu, si possono trovare su Internet, ma ecco il succo:

  • Posiziona il contenitore dove sta per stare in una zona soleggiata di 6-8 ore di sole.
  • Riempi la camera di drenaggio con terriccio inumidito e quindi riempire direttamente nel contenitore.
  • Riempire il serbatoio dell’acqua attraverso il tubo di riempimento finché l’acqua non fuoriesce dal foro di tracimazione.
  • Continuare ad aggiungere terreno sulla parte superiore dello schermo fino a metà pieno e tamponare mescolare inumidito
  • Versare 2 tazze di fertilizzante in una striscia da 2 pollici in cima al miscuglio, ma non mescolare.
  • Tagliare una X da 3 pollici nella copertura del pacciame dove vuoi piantare le verdure e metterle in cima al terreno e assicurarti con una corda elastica.
  • Pianta i tuoi semi o le tue piante proprio come faresti nel giardino e nell’acqua, solo una volta.

Earthbox Gardening: informazioni sulla messa a dimora in un Earthbox

Like this post? Please share to your friends:
Lascia un commento

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!:

cache:yes / mysql:0 / gen:0 / memory:0.67 MB