Guida all’illuminazione della serra – Comprensione dei termini comuni per la coltivazione della luce

Chi è nuovo alle luci per la coltivazione in serra, la terminologia della coltivazione della luce può essere a dir poco confuso. Non temere, fai clic sul seguente articolo per apprendere alcuni termini comuni per la coltivazione della luce e altre informazioni utili che serviranno come futura guida all'illuminazione delle serre.

Guida all'illuminazione della serra - Comprensione dei termini comuni per la coltivazione della luce

Per chi non ha una serra o un solarium (veranda ), avviare semi o in generale coltivare piante all’interno può essere una sfida. Dare alle piante la giusta quantità di luce può essere un problema. È qui che le luci crescenti diventano una necessità. Detto questo, per chi è alle prime armi con la coltivazione in serra, la terminologia della coltivazione in serra può essere a dir poco confusa. Non temere, continua a leggere per imparare alcuni termini comuni per la coltivazione della luce e altre informazioni utili che serviranno come futura guida all’illuminazione delle serre.

Coltiva le informazioni sulla luce

Prima di uscire e spendere un sacco di soldi sulle luci di coltivazione, è importante capire perché le luci di coltivazione sono quasi indispensabili. Le piante hanno bisogno di luce per fotosintetizzare, questo lo sappiamo tutti, ma molte persone non si rendono conto che le piante assorbono diversi spettri di luce rispetto a ciò che è visibile alle persone. Le piante utilizzano principalmente lunghezze d’onda nelle parti blu e rossa dello spettro.

Sono disponibili due tipi principali di lampadine, a incandescenza e fluorescenti. Le luci a incandescenza sono meno preferibili perché emettono molti raggi rossi ma non blu. Inoltre, producono troppo calore per la maggior parte dei tipi di piante e sono circa un terzo meno efficienti delle luci fluorescenti.

Se vuoi mantenere le cose semplici e utilizzare solo un tipo di lampadina, le fluorescenti sono la strada da percorrere. Le lampadine fluorescenti bianche fredde sono efficienti dal punto di vista energetico ed emettono spettri di raggi rossi e arancioni, gialli, verdi e blu, ma non sono all’altezza di supportare la crescita delle piante. Invece, opta per lampadine fluorescenti realizzate per le piante in crescita. Sebbene siano costosi, hanno emissioni più elevate nella gamma dei rossi per bilanciare l’uscita del blu.

Per ridurre i costi senza compromettere la crescita, utilizza una combinazione di luci di coltivazione speciali in serra e lampadine fluorescenti bianche fredde – una specialità fa crescere la luce a ciascuna o due luci bianche fredde.

Le serre useranno spesso anche lampade a scarica ad alta intensità (HID) che hanno un’elevata emissione luminosa con poca ombreggiatura o lampade a diodi emettitori di luce (LED).

Guida all'illuminazione della serra - Comprensione dei termini comuni per la coltivazione della luce

Terminologia della luce da coltivazione

Altre cose da considerare quando ci si prepara a utilizzare le luci di coltivazione sono tensione, PAR, nm e lumen. Alcune di queste cose possono diventare un po ‘complesse per quelli di noi che non sono scienziati, ma abbiate pazienza.

Abbiamo stabilito che le persone e le piante vedono la luce in modo diverso. Le persone vedono la luce verde più facilmente mentre le piante utilizzano i raggi rossi e blu in modo più efficace. Le persone hanno bisogno di una quantità di luce abbastanza piccola per vedere bene (550 nm) mentre le piante usano la luce tra 400-700 nm. A cosa si riferisce nm?

Nm sta per nanometri, che si riferiscono alla lunghezza d’onda, in particolare la sezione visibile dello spettro dei colori che è il rosso. A causa di questa differenza, la misurazione della luce per le piante deve essere eseguita in modo diverso rispetto alla misurazione della luce per gli esseri umani tramite candele per i piedi.

Le candele per i piedi si riferiscono all’intensità della luce su una superficie, inclusa l’area (lumen / ft2). I lumen si riferiscono all’emissione di una sorgente luminosa che viene calcolata insieme all’emissione luminosa totale di una tipica candela (candela). Ma tutto questo non funziona per misurare la luce delle piante.

Viene invece calcolato il PAR (Photosynthetically Active Radiation). La quantità di energia o particelle di luce che colpiscono un metro quadrato al secondo deve essere misurata calcolando i micromoli (un milionesimo di mole che è un numero ENORME) per metro quadrato al secondo. Quindi viene calcolato il Daily Light Integral (DLI). Questo è l’accumulo di tutti i PAR ricevuti durante il giorno.

Ovviamente, apprendere il gergo sulle luci di crescita non è l’unico fattore che influenza una decisione. Il costo sarà una grande preoccupazione per alcune persone. Per calcolare i costi di illuminazione, è necessario confrontare il costo del capitale iniziale della lampada e il costo di esercizio. Il costo di esercizio può essere paragonato all’emissione luminosa (PAR) per kilowatt di elettricità totale utilizzata, inclusa quella utilizzata per il sistema di zavorra e di raffreddamento e l’alimentazione.

Se questo sta diventando troppo complesso per te, non disperare. Ci sono alcune fantastiche guide sull’illuminazione delle serre su Internet. Inoltre, parla con il tuo ufficio di estensione locale per informazioni e con qualsiasi fornitore locale o online di luci per coltivazione in serra per ulteriori informazioni.

Video: Serra automatica con Arduino – Schema elettrico e gestione luce – #288

Like this post? Please share to your friends:
Lascia un commento

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!:

cache:yes / mysql:0 / gen:0 / memory:0.39 MB