Informazioni sul mandarino – Suggerimenti per la coltivazione di mandarini

Che cosa sono i mandarini e qual è la differenza tra clementine e mandarini? Leggi questo articolo per saperne di più su questi interessanti agrumi e su come coltivarli in giardino.

Informazioni sul mandarino - Suggerimenti per la coltivazione di mandarini

Se celebri le vacanze di Natale, potresti aver trovato un piccolo frutto arancione in punta della tua calza lasciata lì da Babbo Natale. Altrimenti, potresti avere familiarità con questo agrume culturalmente o semplicemente perché eri attratto dal nome commerciale ‘ Cutie ’ al supermercato. Di cosa stiamo parlando? Mandarini Quindi quali sono i mandarini e qual è la differenza tra la clementina e i mandarini?

Cosa sono i mandarini?

Denominati anche “guanto per bambini”, le informazioni sul mandarino ci dicono che il nome scientifico è Citrus reticulata e sono membri di una specie distinta con bucce sottili e sciolte. Possono avere le stesse dimensioni di un’arancia dolce o molto più piccoli a seconda della varietà e pendono da un albero spinoso raggiungendo altezze fino a 25 piedi. Il frutto sembra una specie di piccola arancia leggermente schiacciata con una vibrante buccia da arancione a rosso-arancione che racchiude il frutto succoso sezionato.

Popolare nelle Filippine e in tutto il Centro e Sud America e comunemente coltivato in Giappone, nel sud Cina, India e Indie orientali, il nome “mandarino” può essere applicato a tutto il gruppo di Citrus reticulata; tuttavia, di solito questo è in riferimento a quelli con la pelle rosso-arancio. I mandarini includono cultivar Clementine, Satsuma e altre cultivar.

‘ Cuties ’ sono mandarini Clementine commercializzati prima di Natale e W. Murcotts e Tango dopo. I termini “mandarini” e “mandarini” sono usati quasi in modo intercambiabile, ma i mandarini si riferiscono a mandarini rosso-arancio spediti da Tangeri, dal Marocco alla Florida alla fine del 1800 ’ s.

Inoltre, mandarino in crescita le arance sono di tre tipi: mandarino, cedro e pummel. E quelli che spesso classifichiamo come mandarini sono in realtà ibridi antichi (arance dolci, arance acide e pompelmi).

Piantare un mandarino

I mandarini sono originari delle Filippine e del sud-est asiatico e si sono gradualmente sviluppati per la coltivazione commerciale attraverso l’Alabama, la Florida e il Mississippi con alcuni boschi minori in Texas, Georgia e California. Mentre il frutto del mandarino è tenero e facilmente danneggiabile durante il trasporto e suscettibile al freddo, l’albero è più tollerante alla siccità e alle temperature fredde rispetto all’arancia dolce.

Adatto nelle zone USDA 9-11, i mandarini possono essere cresciuto da seme o acquistato radice di radice. I semi dovrebbero essere avviati al chiuso e trapiantati una volta germinati e trasformati in un piccolo albero o in un’altra pentola o direttamente in giardino nelle zone di resistenza sopra. Assicurati di piantare un mandarino che scegli un sito con piena esposizione al sole.

Se usi un contenitore, dovrebbe essere tre volte più grande della zolla della radice della piantina. Riempi la pentola con un mix di drenaggio ben drenante modificato con concime o letame di mucca, o se piantare un mandarino nel giardino, modifica il terreno come sopra con un sacco da 20 libbre di materiale organico per ogni piede di terreno. Il drenaggio è fondamentale, poiché ai mandarini non piace bagnare i loro “piedi”.

Informazioni sul mandarino - Suggerimenti per la coltivazione di mandarini

Cura dell’albero di mandarino

Per la cura dell’albero di mandarino, innaffia l’albero piccolo regolarmente, una volta o due volte a settimana in climi più asciutti. Per i mandarini del contenitore, acqua fino a quando l’acqua scorre attraverso i fori di drenaggio sul fondo della pentola. Tieni presente che il mandarino tollererà la siccità per inondazione.

Fertilizzare l’albero con fertilizzante agli agrumi intorno alla linea di gocciolamento all’inizio della primavera, estate o autunno secondo le istruzioni del produttore. Mantieni l’area di almeno un metro attorno all’erba d’albero e libera l’erba e priva di pacciame.

Pota il mandarino solo per rimuovere gli arti morti o di malattie. Taglia i rami danneggiati dal gelo in primavera, tagliando appena sopra la crescita viva. Proteggi il mandarino dal gelo coprendolo con una coperta, appendendo le luci agli arti o portando all’interno se il contenitore è legato.

Video: Mandarino cinese o kumquat: rinvaso e concimazione

Like this post? Please share to your friends:
Lascia un commento

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!: