Innaffiare nuove piante: cosa vuol dire annaffiare bene quando si pianta

Innaffiare nuove piante: cosa vuol dire annaffiare bene quando si pianta

“Assicurati di annaffiarlo bene quando lo si pianta”. Dico questa frase più volte al giorno ai miei clienti del Garden Center. Ma cosa significa irrigare bene quando si pianta? Molte piante non hanno la possibilità di sviluppare le radici profonde e profonde di cui avranno bisogno, a causa dell’insufficiente irrigazione. Continua a leggere per imparare ad annaffiare le nuove piante da giardino.

Cosa significa irrigare bene quando si pianta?

Prima di piantare, è una buona idea osservare il drenaggio del sito di impianto o fare un test di drenaggio del terreno. Idealmente, si desidera che il terreno del sito di piantagione venga drenato ad una velocità di circa 1-6 “all’ora. Se l’area si scarica troppo rapidamente, è necessario modificare il terreno con materiale organico o piantare solo piante resistenti alla siccità. Se l’area defluisce troppo lentamente o l’acqua rimane accumulata, è necessario modificare il terreno con materiali organici o utilizzare piante che tollerano solo il terreno umido.

L’irrigazione dipende da diversi fattori chiave come:

  • Che tipo di pianta stai piantando
  • Che tipo di terreno hai
  • Condizioni atmosferiche

Le piante resistenti alla siccità, come le piante grasse, richiedono meno acqua per stabilire e crescere; innaffiando queste piante può portare alla putrefazione della radice e della corona. Se il tuo terreno è troppo sabbioso o è prevalentemente argilloso, dovrai adeguare il tuo suolo o le tue abitudini di irrigazione per dare alle piante l’acqua di cui hanno bisogno. Se stai piantando in una stagione piovosa, dovrai annaffiare di meno. Allo stesso modo, se stai piantando durante la stagione secca, dovrai annaffiare di più.

Con tutti questi fattori in mente, dovrai in genere irrigare profondamente tutte le nuove piante (anche quelle resistenti alla siccità) ogni volta che acqua. Bagnare il terreno 6-12 “in profondità incoraggia le radici a crescere profondamente. Lasciare che il terreno e le radici si asciughino leggermente tra le annaffiature incoraggia le radici a raggiungere l’acqua, cercando l’acqua da sole. Le piante che vengono annaffiate profondamente ma raramente avranno radici vigorose e forti mentre le piante che vengono innaffiate leggermente e spesso hanno radici poco profonde e deboli.

Suggerimenti per l’irrigazione per le nuove piante

È meglio annaffiare le nuove piante proprio alla base vegetale. Questo può essere fatto per un gruppo di nuove piante con un tubo di espansione disposto in modo che funzioni alla base di tutte le nuove piante. Se hai appena aggiunto una o due nuove piante al giardino, è meglio solo innaffiare quelle poche nuove piante singolarmente con un tubo normale, in modo che le piante già stabilite nel giardino non ricevano troppa acqua.

Innaffia una pianta immediatamente quando la pianti. Che si tratti di innaffiare un gruppo di piante con un tubo per l’immersione o una sola pianta con l’estremità di un tubo normale, innaffiare con un getto lento e regolare per 15-20 minuti. Non spargere mai acqua sulla base della pianta, poiché ciò causa l’erosione del suolo e semplicemente spreca tutta l’acqua che la pianta non ha la possibilità di assorbire.

  • Per la prima settimana, continuare ad annaffiare le piante con esigenze regolari di irrigazione ogni giorno con un flusso lento e costante per 15-20 minuti. Per le piante grasse, acqua allo stesso modo, solo ogni altro giorno. Se c’è più di un pollice di pioggia nella tua zona, non hai bisogno di annaffiare quel giorno.
  • La seconda settimana, puoi svezzare la pianta annaffiando ogni altro giorno con un lento rilasci costante per circa 15 -20 minuti Con le piante grasse, entro la seconda settimana, puoi annaffiarle solo circa 2-3 volte.
  • La terza settimana puoi svezzare le tue piante ancora di più annaffiandole solo 2-3 volte a settimana con un lento, costante gocciolare per 15-20 minuti. A questo punto, le piante grasse possono essere svezzate per una irrigazione a settimana.
  • Dopo la terza settimana, continua ad annaffiare le nuove piante 2-3 volte a settimana per il resto della loro prima stagione di crescita. Regolare l’irrigazione per il tempo; se stai facendo molta pioggia, meno acqua. Se è caldo e secco, annaffia più.

Le piante del contenitore devono essere annaffiate ogni giorno o ogni altro giorno durante la stagione di crescita, poiché si asciugano più velocemente. In caso di dubbio, metti semplicemente le dita nel terreno. Se è asciutto, innaffialo; se è bagnato, dargli il tempo di assorbire l’acqua nel terreno.

Se innaffiata correttamente la prima stagione di crescita, le tue piante dovrebbero essere ben stabilite nella stagione di crescita successiva. Le loro radici dovrebbero essere profonde e abbastanza resistenti da cercare l’acqua da sole. Dovrai solo innaffiare queste piante stabilite in giornate calde e secche o se mostrano segni di angoscia.

Innaffiare nuove piante: cosa vuol dire annaffiare bene quando si pianta

Video: coltivazione delle orchidee

Like this post? Please share to your friends:
Lascia un commento

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!:

cache:yes / mysql:0 / gen:0 / memory:0.67 MB