L’oidio delle cucurbite – Gestione delle cucurbitacee con l’oidio

L'oidio delle cucurbitacee colpisce qualsiasi tipo di cucurbita. Lo stampo bianco e polveroso è facile da individuare, ma la gestione richiede diversi passaggi. Scopri di più qui.

L'oidio delle cucurbite - Gestione delle cucurbitacee con l'oidio

L’oidio delle cucurbitacee è un’infezione fungina causata da un paio di colpevoli. Colpisce qualsiasi tipo di cucurbita, ma è meno comune nei meloni e nei cetrioli. La caratteristica muffa bianca e polverosa è abbastanza facile da individuare, ma la gestione e la prevenzione della malattia richiede diversi passaggi.

Informazioni sull’oidio sulle cucurbitacee

L’oidio che infetta la cucurbita è causato da uno dei due specie fungine: più comunemente Erysiphe cichoracearum e meno comunemente Sphaerotheca fuliginea. Mentre qualsiasi tipo di cucurbita potrebbe essere suscettibile a questi funghi, la maggior parte delle varietà di cetrioli e angurie ora sono resistenti.

A differenza di altri tipi di infezioni fungine sulle piante, l’oidio non richiede acqua stagnante. Le condizioni più favorevoli per un’infezione sono l’umidità medio-alta e le temperature comprese tra 68 e 80 gradi Fahrenheit (da 20 a 27 gradi Celsius). L’infezione è anche più probabile quando il fogliame è denso e poca luce penetra attraverso le foglie.

Le cucurbitacee con oidio possono essere identificate da una sostanza polverosa bianca sulle foglie e sui gambi. L’infezione inizierà probabilmente sulle foglie ombreggiate e sulle foglie più vecchie, quindi controllale per i primi segni di muffa. In alcuni casi, potresti vedere la polvere sui frutti mentre si sviluppano.

L'oidio delle cucurbite - Gestione delle cucurbitacee con l'oidio

Metodi di controllo della muffa di cucurbite in polvere

Nella coltivazione commerciale, è noto che questa malattia riduce i raccolti fino a 50 percento. Ci sono passaggi che puoi intraprendere per evitare questo tipo di distruzione nel tuo giardino in modo da non dover sacrificare metà dei tuoi cetrioli, zucche, zucca e meloni.

Inizia con varietà resistenti se riesci a trovarle. Meloni e cetrioli che resistono all’oidio sono abbastanza comuni. Distanzia adeguatamente le tue piante per evitare che le foglie siano ombreggiate e diventino suscettibili alle infezioni. La spaziatura manterrà anche l’umidità intorno alle piante più bassa.

Mantieni pulito il tuo giardino rimuovendo regolarmente i detriti delle piante e le erbacce che potrebbero diffondere il fungo. La rotazione delle colture non aiuta a controllare questa malattia perché il fungo non sopravvive nel terreno.

I fungicidi per il controllo dell’oidio delle cucurbitacee di solito non sono necessari per i giardinieri domestici. Ma, se hai una brutta infezione, trova una sostanza chimica appropriata presso il tuo asilo nido locale o l’ufficio di estensione. Per controllare l’oidio, questi vengono tipicamente applicati precocemente per trattare e prevenire l’ulteriore diffusione della malattia.

Video: RIGENERAZIONE DEL SUOLO: ecco cosa ho imparato al corso

Like this post? Please share to your friends:
Lascia un commento

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!: