La cura delle piante di fiori fantasma – Come coltivare una pianta fantasma di Graptopetalum

La cura delle piante fantasma di Graptopetalum si basa sul fornire un ambiente naturale che imita l'habitat nativo della succulenta. I consigli su come coltivarli assicureranno che la tua pianta fantasma sia sana per molti anni. Scopri di più qui.

La cura delle piante di fiori fantasma - Come coltivare una pianta fantasma di Graptopetalum

Le piante grasse sono una forma diversificata di piante che include cactus e altri esemplari che trattengono l’umidità. La pianta fantasma di Graptopetalum sviluppa una forma a rosetta su steli che possono trascinare o appendere. Come per la maggior parte delle piante di questo gruppo, il fabbisogno idrico è ridotto e l’esposizione è importante. La cura delle piante di fiori fantasma si basa sul fornire un ambiente naturale che imita l’habitat nativo succulento. I consigli su come coltivare un Graptopetalum garantiranno che la tua pianta fantasma sia sana e divertente per molti anni.

Graptopetalum Informazioni sulla pianta fantasma

Foglie e steli spessi e carnosi caratterizzano le piante più succulente. Le piante fantasma (Graptopetalum paraguayense) hanno foglie spesse che trattengono l’umidità in eccesso in modo che la pianta possa resistere a periodi senza pioggia. Il fogliame da grigio argenteo a verde bluastro ha una sfumatura rosata ai bordi delle foglie quando sono giovani. Strati di foglie formano la rosetta, di dimensioni variabili da meno di un pollice di larghezza a diversi pollici di larghezza. La pianta è imparentata e assomiglia a Echeveria, che è una pianta succulenta comune e abbastanza resistente, spesso usata nei giardini dei container.

Queste piante hanno abilità che cambiano colore. Il pieno sole è il posto migliore per loro, ma la crescita di piante fantasma succulente in ombra parziale produce i toni grigio-bluastri. Le piante a pieno sole tendono ad essere rosa-giallastre, perlescenti e leggermente traslucide. Quelli in calore punitivo diventano grigi con sfumature rosa.

Le informazioni complete sulla pianta fantasma devono includere i dettagli che la pianta cresce dal centro della rosetta. Ciò conferisce alle piante grasse mature un aspetto squallido, che è facile da risolvere pizzicando indietro. La pianta fiorisce occasionalmente in primavera-estate con fioriture ariose e gialle.

La cura delle piante di fiori fantasma - Come coltivare una pianta fantasma di Graptopetalum

Come coltivare un Graptopetalum

Gli steli di questa pianta sono abbastanza fragili e si staccano facilmente. Questo perché nel suo habitat, la pianta fantasma di Graptopetalum si riproduce vegetativamente. Ogni rosetta che si rompe ha il potenziale per radicare e avviare una nuova pianta. Anche una foglia che cade si radicherà sotto la pianta madre e produrrà rapidamente una nuova rosetta. La nuova pianta si nutre della foglia fino a quando non si raggrinzisce e cade. A quel punto la nuova piccola pianta fantasma ha radicato e germogliato nuove foglie. La coltivazione di piante fantasma succulente è ridicolmente facile ed è un grande stimolo di fiducia per il giardiniere principiante.

Le zone USDA 7b e superiori sono adatte per la coltivazione di piante fantasma succulente. Le regole per la cura delle piante dei fiori fantasma sono simili a quelle per la maggior parte delle piante grasse.

Le piante legate al contenitore prosperano in una miscela di torba, sabbia o altra sabbia, terriccio e un po ‘di compost. Il pieno sole è la situazione migliore, ma cresceranno anche in sole parziale con risultati leggermente mossi. Poiché gli steli sono così fragili, è meglio scegliere la posizione migliore per la pianta fantasma e quindi non spostarla.

Le piante fantasma hanno bisogno di un ottimo drenaggio e di acqua moderata. Puoi dire quando innaffiare attaccando il dito nel terreno. Se è asciutto diversi centimetri in giù o le foglie carnose sembrano avvizzite, dovresti innaffiare. L’eccessivo assorbimento è una causa di decomposizione delle radici e la pianta può ottenere diverse infestazioni di parassiti.

Fertilizzare all’inizio della primavera e fornire acqua solo mensilmente in inverno.

Like this post? Please share to your friends:
Lascia un commento

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!:

cache:yes / mysql:0 / gen:0 / memory:0.39 MB