Marciume carbone delle cucurbitacee: come gestire i sintomi del marciume carbone delle cucurbite

Un giorno fatidico, il "carbone vegetale" ha assunto un significato diverso quando i miei meloni avevano sviluppato il marciume del carbone. I miei bei ricordi del carbone erano contaminati quanto le mie piante di melone. Allora, qual è la malattia del marciume del carbone, chiedi? Fai clic su questo articolo per saperne di più.

Marciume carbone delle cucurbitacee: come gestire i sintomi del marciume carbone delle cucurbite

La parola “carboncino” ha sempre avuto per me connotazioni felici. Adoro gli hamburger cucinati su una griglia a carbone. Mi piace disegnare con le matite a carboncino. Ma poi un fatidico giorno, “carbone di legna” ha assunto un significato diverso quando ho fatto una macabra scoperta nel mio giardino. I miei meloni avevano sviluppato la putrefazione del carbone. I miei bei ricordi del carbone erano contaminati quanto le mie piante di melone. Allora, qual è la malattia del marciume del carbone, chiedi? Continua a leggere per saperne di più.

Cucurbit Charcoal Rot

Il marciume del carbone, o appassimento da tempo secco, è una malattia che colpisce tutte le cucurbitacee. Il melone è una cucurbita insieme ad altre piante della famiglia delle zucche, tra cui angurie, zucche, cetrioli, zucchine e altre zucche. Il fungo presente nel suolo, Macrophomina phaseolina, è il colpevole delle cucurbitacee con marciume del carbone.

Questo fungo può risiedere nel terreno da 3 a 12 anni, dove attende di invadere le piante che sono sotto costrizione clima caldo e secco. Il fungo si infiltra nelle piante dalle radici e si diffonde allo stelo, ostruendo il tessuto vascolare della pianta con piccole microsclerotie rotonde e scure (strutture fungine).

L’infezione si verifica in genere 1-2 settimane dopo la semina; tuttavia, gli indicatori visivi della malattia da marciume del carbone di solito non saranno visibili fino a 1-2 settimane dal raccolto.

Sintomi del marciume del carbone di cucurbita

Quali sintomi mostrano le cucurbitacee con marciume del carbone? La parte inferiore dello stelo sviluppa lesioni inzuppate d’acqua, provocando la cinta dello stelo. Goccioline di colore ambra possono espellere da queste lesioni. Alla fine, lo stelo si asciuga e diventa grigio chiaro o argento con microsclerotia nera dall’aspetto carbone maculata sulla superficie.

Queste microsclerotia possono essere osservate anche nel midollo della pianta se si dovesse sezionare una sezione trasversale del fusto colpito. Con il progredire della malattia, il fogliame della pianta inizierà a ingiallire e imbrunire, a cominciare dalla chioma. L’appassimento e il collasso dell’intera pianta potrebbero essere un’eventualità.

Anche il frutto, purtroppo, può essere colpito. Quando ho aperto il mio melone, ho osservato una vasta area nera incavata che somigliava stranamente al carbone, da cui il nome.

Marciume carbone delle cucurbitacee: come gestire i sintomi del marciume carbone delle cucurbite

Trattamento del marciume del carbone

È disponibile un trattamento del marciume del carbone? È ora di dare una cattiva notizia. Non esiste un trattamento per la putrefazione del carbone delle cucurbitacee. I fungicidi (trattamento delle sementi e fogliare) si sono dimostrati inefficaci nella gestione di questa malattia.

Si suggerisce di ruotare su una coltura non ospite per 3 anni; tuttavia, la praticità e l’efficacia di questo è discutibile per alcuni motivi. Non sono solo le cucurbitacee a essere suscettibili al marciume del carbone. In realtà colpisce più di 500 specie di colture e piante infestanti, il che limita notevolmente le tue opzioni. Devi anche considerare il fattore di longevità della microsclerotia nel terreno (3-12 anni). Anche la solarizzazione del suolo non è un rimedio perché la putrefazione del carbone delle cucurbitacee è una malattia che favorisce il calore.

In questo caso, la tua miglior offesa è una buona difesa. La tua migliore difesa è mantenere le piante sane. Sappiamo che l’inizio della putrefazione del carbone può essere innescato dallo stress idrico, quindi avere un buon programma di irrigazione in atto può essere una buona misura preventiva contro questa malattia. Inoltre – assicurati di massimizzare la vitalità della tua pianta tendendo ai suoi bisogni nutrizionali (cioè fertilizzante).

Like this post? Please share to your friends:
Lascia un commento

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!:

cache:yes / mysql:0 / gen:0 / memory:0.39 MB