Naranjilla in crescita: scopri le condizioni di crescita di Naranjilla

Una pianta esotica e un frutto a sé stante, la naranjilla è una pianta interessante per coloro che desiderano imparare a coltivarla. Leggi questo articolo per informazioni sulla coltivazione di naranjilla e altro ancora.

Naranjilla in crescita: scopri le condizioni di crescita di Naranjilla

Una pianta esotica e un frutto a sé stante, la naranjilla (Solanum quitoense) è una pianta interessante per coloro che desiderano saperne di più o addirittura voler crescere. Continua a leggere per informazioni sulla coltivazione di naranjilla e altro ancora.

Informazioni sulla coltivazione di Naranjilla

“Il frutto d’oro delle Ande”, le piante di naranjilla sono arbusti erbacei con un’abitudine diffusa che si trovano comunemente in tutto il centro e il sud America. Le piante selvatiche di naranjilla sono spinose, mentre le varietà coltivate sono senza spin ed entrambi i tipi hanno steli spessi che diventano legnosi man mano che la pianta matura.

Il fogliame della naranjilla è costituito da foglie lunghe a forma di cuore di 2 piedi che sono morbido e lanoso; quando sono giovani, le foglie sono ricoperte di peli viola brillanti. Fragranti grappoli di fiori sono nati dalle piante di naranjilla con cinque petali bianchi superiori che si trasformano in capelli viola sotto. Il frutto risultante è coperto da peli marroni che possono essere facilmente rimossi per rivelare l’esterno arancione brillante.

All’interno del frutto di naranjilla, le sezioni succose da verde a giallo sono separate da pareti membranose. Il frutto ha il sapore di una deliziosa combinazione di ananas e limone ed è condito con semi commestibili.

Questo perenne tropicale-subtropicale risiede nella famiglia delle Solanaceae (Nightshade) e si ritiene sia originario del Perù, dell’Ecuador e della Colombia meridionale . Le piante di Naranjilla furono introdotte per la prima volta negli Stati Uniti attraverso un dono di semi dalla Colombia nel 1913 e dall’Ecuador nel 1914. La Fiera di New York World nel 1939 creò un certo interesse con l’esposizione del frutto di naranjilla e 1.500 galloni di succo da campionare.

Non solo il frutto di naranjilla viene spremuto e bevuto come bevanda (lulo), ma il frutto (compresi i semi) è anche usato in vari sorbetti, gelati, specialità autoctone e può anche essere trasformato in vino. Il frutto può essere mangiato crudo sfregando i peli e poi dimezzando e spremendo la polpa succosa nella bocca, scartando il guscio. Detto questo, i frutti commestibili dovrebbero essere completamente maturi, altrimenti potrebbero essere abbastanza acidi.

Condizioni di coltivazione di Naranjilla

Altre informazioni sulla coltivazione di naranjilla sono in riferimento al suo clima. Sebbene sia una specie subtropicale, la naranjilla non può tollerare temperature superiori a 85 F. (29 C.) e fiorisce in climi con temperature tra 62-66 F. (17-19 C.) e alta umidità.

Intollerante alla piena esposizione al sole, le condizioni di coltivazione di naranjilla dovrebbero inoltre essere in semi-ombra e prospererà ad altitudini più elevate fino a 6.000 piedi sul livello del mare con precipitazioni ben distribuite. Per questi motivi, le piante di naranjilla sono spesso coltivate nei conservatori settentrionali come piante esemplari ma non danno frutti in queste latitudini temperate.

Naranjilla in crescita: scopri le condizioni di crescita di Naranjilla

Naranjilla Care

Insieme alle sue esigenze di temperatura e acqua, naranjilla cura le precauzioni contro la semina in aree con forte vento. Le piante di Naranjilla amano l’ombra parziale, in terreni organici ricchi con un buon drenaggio, anche se la naranjilla crescerà anche in terreni pietrosi ricchi di nutrienti e persino su calcare.

Nelle aree dell’America Latina, la propagazione di naranjilla di solito proviene da semi, che viene prima distribuito in un’area ombreggiata per fermentare leggermente per ridurre la mucillagine, quindi lavato, asciugato all’aria e spolverato con un fungicida. Il Naranjilla può anche essere propagato mediante stratificazione aerea o da talee di piante mature.

Le piantine fioriscono da quattro a cinque mesi dopo il trapianto e la frutta appare 10-12 mesi dopo la semina e continua per tre anni. Successivamente, la produzione di frutta della naranjilla diminuisce e la pianta muore. Le piante sane di naranjilla producono 100-150 frutti nel loro primo anno.

Like this post? Please share to your friends:
Lascia un commento

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!:

cache:yes / mysql:0 / gen:0 / memory:0.67 MB