Palma da sago bonsai: come coltivare una palma da sago in miniatura

Prendersi cura delle palme da sago bonsai è abbastanza semplice e queste piante hanno una storia interessante. Queste piante resistenti esistevano quando i dinosauri vagavano ancora e esistono da 150 milioni di anni. Impara come prenderti cura dei bonsai di palma da sago in questo articolo.

Palma da sago bonsai: come coltivare una palma da sago in miniatura

Prendersi cura delle palme da sago bonsai è abbastanza semplice e queste piante hanno una storia interessante. Sebbene il nome comune sia palma da sago, non sono affatto palme. La Cycas revoluta, o palma da sago, è originaria del Giappone meridionale e fa parte della famiglia delle cicade. Queste sono piante resistenti che esistevano quando i dinosauri vagavano ancora per la Terra e esistono da 150 milioni di anni.

Diamo un’occhiata a come prendersi cura del notevole bonsai di palma da sago.

Palma da sago bonsai: come coltivare una palma da sago in miniatura

Come coltivare una palma da sago in miniatura

Le foglie rigide, simili a palme emergere da una base gonfia o dal caudice. Queste piante sono molto resistenti e possono sopravvivere in un intervallo di temperatura di 15-110 F. (da -4 a 43 C.). Idealmente, è meglio se riesci a mantenere la temperatura minima superiore a 50 F. (10 C.). &Nbsp;

Oltre a tollerare un’ampia gamma di temperature, può tollerare anche un’ampia gamma di condizioni di luce. La palma da sago bonsai preferisce crescere in pieno sole. Come minimo, dovrebbe ricevere almeno 3 ore di sole al giorno per apparire al meglio. Se la tua pianta non riceve il sole ed è in condizioni di oscurità, le foglie si allungheranno e diventeranno leggy. Questo ovviamente non è desiderabile per un esemplare di bonsai in cui si desidera mantenere la pianta più piccola. Man mano che crescono nuove foglie, assicurati di girare periodicamente la pianta per incoraggiare una crescita uniforme.

Questa pianta è anche molto indulgente quando si tratta di annaffiare e tollera un po ‘di abbandono. Quando si tratta di annaffiare, tratta questa pianta come una succulenta o un cactus e lascia che il terreno si asciughi completamente tra un’annaffiatura completa. Assicurati che il terreno sia ben drenato e che non rimanga mai in acqua per lunghi periodi di tempo. &Nbsp;

Per quanto riguarda la fertilizzazione, meno è meglio per questa pianta. Utilizzare un fertilizzante liquido organico a metà della forza circa 3 o 4 volte all’anno. Come minimo, concimare quando la nuova crescita inizia in primavera e di nuovo a fine estate per indurire la nuova crescita. Non concimare quando la pianta non cresce attivamente. &Nbsp;

Le palme da sago amano essere legate alla radice, quindi rinvasate solo in un contenitore di una dimensione più grande da dove si trovava in precedenza. Evita di concimare per alcuni mesi dopo il rinvaso.

Tieni presente che queste piante hanno una crescita estremamente lenta. Questo rende il sago un’ottima scelta per la coltivazione dei bonsai, poiché non diventerà troppo grande nel suo ambiente di contenitore.

Un altro punto importante da notare è che le palme da sago contengono cycasin, che è una tossina per gli animali domestici, quindi tienilo fuori dalla portata di cani o gatti.    

Video: How to bonsai SAGO Palm/CYCAS plant ( with English Subtitle )

Like this post? Please share to your friends:
Lascia un commento

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!:

cache:yes / mysql:0 / gen:0 / memory:0.39 MB