Piante per contenitori invase: suggerimenti per rinvasare un grande impianto

Piante per contenitori invase: suggerimenti per rinvasare un grande impianto

Fondamentalmente tutte le piante d’appartamento hanno bisogno di essere rinvasate di tanto in tanto. Ciò può essere dovuto al fatto che le radici della pianta sono diventate troppo grandi per il loro contenitore o perché tutte le sostanze nutritive presenti nel terriccio sono state consumate. Ad ogni modo, se la tua pianta sembra languida o appassisce subito dopo l’annaffiatura, potrebbe essere il momento per un rinvaso, anche se la pianta è grande. Continua a leggere per ulteriori informazioni su come e quando rinvasare le piante alte.

Suggerimenti per il rinvaso di un grande impianto

Il rinvaso di una grande pianta può essere scoraggiante, ma è necessario. Alcune piante per container troppo cresciute, ovviamente, sono semplicemente troppo grandi per spostarsi in un nuovo piatto. Se questo è il caso, dovresti comunque aggiornare il terreno sostituendo i due o tre pollici superiori (3-7 cm) una volta all’anno. Questo processo è chiamato top dressing e reintegra i nutrienti in una pentola senza disturbare le radici.

Se è possibile spostarlo in un piatto più grande, tuttavia, dovresti. Il momento migliore per farlo è la primavera, anche se è possibile in qualsiasi periodo dell’anno. Dovresti evitare di ripiantare grandi piante che stanno germogliando o fiorendo attivamente, tuttavia.

Ora che sai quando rinvasare le piante alte, devi sapere come

Come rinvasare le piante d’appartamento di grandi dimensioni

Il giorno prima che pianifichi di spostare la pianta, irrigala – il suolo umido tiene insieme meglio. Scegli un contenitore con un diametro più grande di 1-2 pollici (2,5-5 cm) rispetto a quello attuale. In un secchio, mescola più terriccio di quanto pensi di aver bisogno con una pari quantità d’acqua.

Ruota la pianta da un lato e vedi se riesci a farla scivolare fuori dalla sua pentola. Se si attacca, prova a far girare un coltello attorno al bordo della pentola, spingendo attraverso i fori di drenaggio con una matita o tirandolo delicatamente sullo stelo. Se qualche radice esce dai fori di drenaggio, tagliala via. Se la tua pianta è veramente bloccata, potresti dover distruggere la pentola, tagliarla con delle cesoie se è di plastica o frantumarla con un martello se è argilla.

Metti abbastanza del tuo terreno inumidito nella parte inferiore del nuovo contenitore che la parte superiore della sfera della radice sarà di circa 1 pollice (2,5 cm) al di sotto del bordo. Alcune persone raccomandano di mettere pietre o materiale simile sul fondo per favorire il drenaggio. Questo non aiuta molto con il drenaggio come penseresti, però, e quando trapianta le piante di contenitori troppo cresciute, occupa uno spazio prezioso che dovrebbe essere dedicato al suolo.

Allenta le radici nella tua zolla e scarta il terreno che si stacca – probabilmente contiene comunque più sali nocivi rispetto alle sostanze nutritive. Taglia via tutte le radici che sono morte o circondano completamente la radice. Imposta la tua pianta nel nuovo contenitore e circondala con un mix di impregnazione inumidito. Innaffia accuratamente e tienilo lontano dal sole diretto per due settimane.

E questo è tutto. Ora prendi cura della pianta come al solito.

Piante per contenitori invase: suggerimenti per rinvasare un grande impianto

Video: Coltivazione orchidee: il rinvaso della Phalaenopsis

Like this post? Please share to your friends:
Lascia un commento

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!: