Potatura di un albero di guava: quando e come potare un albero di guava

Le guaiave sono un gruppo di alberi tropicali del genere Psidium che producono deliziosi frutti. Potare correttamente un albero di guava è una parte importante della sua cura. Se ti stai chiedendo come o quando potare gli alberi di guava, questo articolo fa per te.

Potatura di un albero di guava: quando e come potare un albero di guava

Le guaiave sono un gruppo di alberi tropicali del genere Psidium che producono deliziosi frutti. La pasta di guava, il succo e le conserve sono importanti nelle cucine dei paesi dei Caraibi e del sud-est asiatico e i frutti vengono consumati freschi o cotti. Oggi, la guava comune (Psidium guajaba) è coltivata in luoghi distanti tra loro come Florida, Hawaii, India, Egitto e Tailandia. Potare correttamente un albero di guava è una parte importante della sua cura. Se ti stai chiedendo come o quando potare gli alberi di guava, questo articolo fa per te.

Come posso potare il mio albero di guava?

La guava è un albero arbustivo che cresce densamente e tenterà diffondersi orizzontalmente lungo il terreno. Puoi, quindi, scegliere di potare la guaia nella forma di un albero o di un cespuglio, o persino farle crescere come una siepe.

Se poti la tua guava in forma di cespuglio, i rami emergeranno da vicino al terreno. Se alleni la tua guava a forma di albero selezionando un singolo tronco, gli arti fruttiferi emergeranno da 2 piedi (0,6 metri) da terra e su. In entrambi i casi, è meglio non consentire alla guava di crescere più in alto di 10 piedi (3 metri), o potrebbe esplodere con forti venti.

Ora, impariamo come potare una guava in modo corretto per incoraggiarne crescita sana e massimizzazione della produzione di frutta.

Tecniche di potatura di alberi di guava

Tre tipi di tagli sono usati sugli alberi di guava: tagli di diradamento, arretramento e pizzicamento. Il diradamento aiuta a contrastare la crescita densa dell’albero per far entrare luce e aria nei rami interni, aiutandoli a rimanere sani e produttivi. Inoltre rende il frutto più facile da raggiungere. Per diradare, è sufficiente rimuovere alcuni dei rami tagliandoli alla base.

Pizzicare significa rimuovere la punta crescente dei germogli. Tornare indietro significa potare i singoli rami per ridurne la lunghezza. Queste tecniche ti consentono di controllare la diffusione orizzontale dell’albero. La guava fiorisce su una nuova crescita, quindi questi tagli inducono l’albero a produrre più fiori e frutti.

È importante potare regolarmente gli alberi stabiliti per evitare che si diffondano lontano dalla posizione originale di impianto. Le guaiave sono diventate alberi invasivi in ​​alcune regioni della Florida, delle Hawaii e altrove. Rimuovi tutti i polloni che appaiono alla base dell’albero o sopra le radici e taglia i rami che si estendono troppo.

Potatura di un albero di guava: quando e come potare un albero di guava

Quando potare gli alberi di guava

Pota guaiave da 3 a 4 mesi dopo la semina per allenarli alla forma desiderata. Se stai potando il tuo a forma di albero, seleziona un singolo tronco e 3 o 4 rami laterali (laterali). Rimuovi tutti gli altri tiri. Pizzicare indietro le punte dei rami laterali selezionati quando sono lunghe da 0 a 0,9 metri. Questo li incoraggerà a produrre rami aggiuntivi.

Dopo questo, pota il tuo albero di guava ogni anno per mantenere la sua simmetria e rimuovere una crescita eccessiva. La potatura degli alberi di guava dovrebbe essere eseguita a fine inverno o all’inizio della primavera. I rami e i polloni malati possono essere rimossi in qualsiasi momento dell’anno.

I coltivatori commerciali conducono anche una potatura “ciclica del raccolto” per ritardare la fruttificazione dei singoli alberi nella stagione successiva. Questa pratica consente a una piantagione di produrre frutti per un periodo più lungo.

Video: Come si coltiva la feijoa o acca sellowiana?

Like this post? Please share to your friends:
Lascia un commento

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!: