Rinvaso delle piante di orchidee – Come e quando rinvasare le orchidee

Le orchidee sono relativamente facili da coltivare con le giuste condizioni, ma quasi ogni coltivatore si innervosisce al pensiero di rinviare un'orchidea. Scopri di più in questo articolo.

Rinvaso delle piante di orchidee - Come e quando rinvasare le orchidee

Le orchidee erano un tempo dominio di hobbisti specializzati con serre, ma stanno diventando più comuni nella casa del giardiniere medio. Sono relativamente facili da coltivare finché trovi le giuste condizioni, ma quasi tutti i coltivatori si innervosiscono al pensiero di rinvigorire un’orchidea.

Le orchidee non crescono come le altre piante da appartamento; invece di mettere radici in un vaso di terra, esistono in un contenitore di materiali sfusi come corteccia, carbone e muschio. Questo può essere il momento più schizzinoso per una pianta di orchidea perché sono suscettibili alle malattie e tu esporrai le radici, ma con un po ‘di cura, puoi rinviare le piante di orchidee con grandi risultati.

Rinvaso delle piante di orchidee

Quando rinvasare le orchidee è importante per garantire il successo. Esistono due modi principali per sapere se la tua orchidea deve essere rinvasata. Innanzitutto, se sta crescendo dal suo contenitore, potresti vedere delle radici bianche che spuntano tra gli spazi nel contenitore. Questo è un segno sicuro che la tua pianta ha superato la sua casa.

L’altro motivo per rinvigorire l’orchidea è quando il terriccio inizia a crollare. Le orchidee crescono in un mezzo molto grosso e quando si scompone in pezzi più piccoli, non si esaurisce. Cambia il mezzo per dare alle radici della tua orchidea l’aria di cui hanno bisogno.

L’altra metà del sapere quando rinominare le orchidee sta scegliendo il periodo dell’anno che è il migliore per la pianta. Se hai una cattelya o un’altra orchidea che produce pseudobulbi, rinvasala subito dopo la fioritura e prima che le radici inizino a crescere.

Per tutte le altre orchidee, puoi rinvasarle in qualsiasi momento, anche se disturbano la pianta quando ’ s in fiore di solito non è una buona idea.

Rinvaso delle piante di orchidee - Come e quando rinvasare le orchidee

Come rinvasare un’orchidea

Scegli un nuovo vaso che è un pollice o due più grande di quello prima. Le piantatrici di orchidee specializzate hanno buchi su tutta la superficie per aumentare la circolazione dell’aria nelle radici, ma puoi anche usare una tradizionale pentola di terracotta.

Metti la tua miscela di impregnazione di orchidee in una grande ciotola e coprila con l’ebollizione acqua. Lascia raffreddare l’acqua a temperatura ambiente, quindi scarica la miscela di impregnazione.

Una delle cose più importanti da imparare su come rinvasare un’orchidea è che sono molto sensibili quando si tratta di batteri e germi. Prepara una soluzione di ½ tazza di candeggina per uso domestico e 1 litro di acqua. Immergi la fioriera in questo, così come tutti gli strumenti che usi. Lavati le mani prima di procedere.

Tira delicatamente la pentola lontano dalla pianta e lava via le radici. Usa delle forbici affilate per tagliare le radici marroni o in decomposizione. Riempi la nuova fioriera con il terriccio impregnato e posiziona la pianta in modo che la base sia proprio nella parte superiore del terreno. Usa una bacchetta per aiutare a spingere pezzi di terreno di semina tra le radici. Mantieni l’orchidea appannata per almeno una settimana fino a quando le nuove radici iniziano ad apparire.

Il rinvaso di un’orchidea non deve essere intimidatorio. Basta prestare attenzione ai tempi e garantire adeguate condizioni di crescita in modo che la tua amata pianta prospererà.

Video: il rinvaso delle orchidee, tutorial pratico del rinvaso PLAYLIST LE DOMANDE PIU' FREQUENTI n° 7 di 9

Like this post? Please share to your friends:
Lascia un commento

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!:

cache:yes / mysql:0 / gen:0 / memory:0.39 MB