Risoluzione dei problemi delle malattie dell’oleandro: suggerimenti per il trattamento del Nerium Canker

Per quanto riguarda le malattie degli oleandri, le malattie del nodo dell'oleandro non sono le peggiori, anche se i galloni verrucosi causano una crescita sgradevole e distorta. Se la malattia del nodo dell'oleandro ha afflitto la tua pianta, fai clic qui per informazioni sul trattamento della malattia, noto anche come cancro nero.

Contenuto

Risoluzione dei problemi delle malattie dell'oleandro: suggerimenti per il trattamento del Nerium Canker

Per quanto riguarda le malattie dell’oleandro, le malattie del nodo dell’oleandro non sono le peggio. Infatti, sebbene possa causare il dieback della pianta, il nodo dell’oleandro in genere non provoca danni a lungo termine o morte della pianta. Tuttavia, i galli verrucosi causano una crescita sgradevole e distorta. Se la malattia del nodo di oleandro ha afflitto la tua pianta di oleandro, continua a leggere per saperne di più sul trattamento della malattia, noto anche come cancro neroum.

Che cos’è la malattia del nodo di oleandro?

Il nodo di oleandro è il risultato di un tipo di batteri (Pseudomonas syringae pv. Savastanoi) che entra nella pianta di oleandro attraverso ferite e aree ferite o sfregiate. Il batterio è sistemico, con conseguente sviluppo di nodi o fiele batterica su fiori, foglie e steli di oleandro; e baccelli di seme stentati e deformati. La malattia è diffusa in Arizona e in altre aree in cui le piante di oleandro sono popolari.

La malattia del nodo di oleandro è più comune dopo le fresche e umide sorgenti. I batteri richiedono una ferita per entrare nella pianta e spesso trovano un percorso conveniente attraverso le aree colpite da danni invernali o da potature improprie. Si diffonde anche per contatto con acqua contaminata, attrezzi da giardino infetti o persino mani umane.

Risoluzione dei problemi delle malattie dell'oleandro: suggerimenti per il trattamento del Nerium Canker

Trattamento del Nerium Canker

Pota le parti di piante infette, ma solo quando il fogliame – e il tempo – è asciutto. Tratta l’area potata con una soluzione di candeggina al 10% per prevenire l’ingresso dei batteri. Pulire gli strumenti di potatura con alcool o una soluzione di candeggina tra ogni taglio e dopo aver completato il lavoro. Puoi anche usare un disinfettante commerciale, applicato secondo le raccomandazioni dell’etichetta.

Innaffia con cura i cespugli di oleandri alla base della pianta per mantenere il fogliame asciutto. Evitare l’irrigazione con irrigatori, che possono diffondere i patogeni alle piante non infette. L’irrigazione ambientale è particolarmente rischiosa dopo la potatura di un oleandro.

Se l’infezione è grave, applicare un fungicida di rame o una miscela bordolese in autunno. Continuare a spruzzare periodicamente quando in primavera emerge una nuova crescita.

Like this post? Please share to your friends:
Lascia un commento

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!: