Scopri la propagazione delle piante delle epifite

Scopri la propagazione delle piante delle epifite

Gli epifiti sono una delle piante più adattative della natura. Questi meravigliosi esemplari possono prosperare senza terreno profondo raccogliendo gran parte dell’acqua e dei nutrienti dall’aria. Alcuni epifiti si riproducono attraverso cuccioli e altri dal seme o dall’azione vegetativa. La propagazione della pianta epifita più facile avviene attraverso cuccioli, ma non tutte le varietà li producono. Il seme può impiegare anni per sviluppare piante riconoscibili, mentre le talee su cactus epifitici sembrano la scelta migliore. La propagazione delle piante epifite inizia col riconoscere quale tipo di pianta stai coltivando e scegliendo il metodo migliore per quella specie.

Propagazione delle piante epifite

Esistono molti tipi di piante epifite. Le bromelie sono una delle piante d’appartamento più comuni, ma puoi anche imbatterti in cactus epifita, Tillandsia e altre specie. Ognuno ha un diverso metodo di riproduzione. Sapere come propagare piante epifite aiuterà ad aumentare la raccolta e sostenere qualsiasi campione preferito. La propagazione delle piante epifite non è particolarmente difficile, ma ci sono alcune regole da osservare e la pazienza è una virtù.

Propagazione seme epifita

La propagazione per seme è probabilmente il metodo più universalmente riconosciuto per qualsiasi pianta. Gli epifiti possono essere coltivati ​​dai semi se possono essere acquisiti o raccogliere semi dalle proprie piante. Utilizzare un substrato ben drenante, come mezza sabbia e mezza torba o anche pura vermiculite. Inumidisci il substrato in modo uniforme e semina semi quasi sulla superficie del terreno e appena coperto di sabbia.

La maggior parte degli epifiti proviene dalle giungle pesanti e spesse e preferisce condizioni di scarsa illuminazione, il che significa che seminano in tale illuminazione. Tieni il contenitore in una zona di scarsa illuminazione della casa dove le temperature sono di almeno 65 gradi Fahrenheit (18 ° C). Una piastra termica migliorerà notevolmente le possibilità di germinazione.

Mantenere il substrato leggermente umido ma non inzuppato. Il tempo della germinazione varierà sulle specie. Non avrai bisogno di iniziare a trapiantare gli epifiti cresciuti dai semi per almeno due anni; Sì, crescono lentamente.

Come propagare le piante epifite con talee

Probabilmente le migliori specie per talee sono i cactus. Le talee di cactus epifitico producono un clone esatto della pianta madre e fioriranno e fruttificano molto più rapidamente delle piante seminate con seme. Questo metodo di propagazione delle piante epifite può produrre radici in poche settimane e fioriture entro l’anno.

Utilizzare strumenti di taglio puliti e sterili per evitare il trasferimento della malattia. Le talee possono essere prese in qualsiasi momento dell’anno, ma tendono a funzionare al meglio se scattate in primavera. Se la pianta è ramificata e ha steli segmentati, prendi il taglio nell’articolazione. Se la pianta ha pastiglie, o tagliare alla base del pad o è possibile prendere il segmento superiore del pad.

Lasciare tagli per callo per una settimana prima di piantare in sabbia sterile che è stata inumidita. Se il cactus è un cercatore di sole, posiziona il contenitore in una posizione luminosa e se il genitore era una pianta poco luminosa, posiziona il taglio in meno luce.

Conserva il terreno moderatamente umido e a temperature elevate, fino a 75 gradi F. (24 C.) fornisce condizioni ottimali di germinazione.

Propagating Pups

No, non stiamo parlando di canini, ma degli offset su molti epifiti. Le bromelie sono un classico esempio di una pianta che produce cuccioli. Nel corso degli anni, una singola pianta può diventare un gruppo affollato di piccole e grandi piante tutte raggruppate insieme. Questi sono cuccioli e sono facili da rimuovere dal genitore e dalla pianta da soli.

Il trapianto di epifite in questo modo si traduce in piante più mature e più veloci ed è così facile che persino un giardiniere novizio possa svolgere con successo il compito. I cuccioli dovrebbero essere alti 1/3 del genitore. Puoi allontanare il cucciolo dalla madre o usare un coltello affilato per tagliarlo via. Assicurarsi che sia collegata parte del sistema di root della madre.

Consentire la rottura o il taglio del callo fino a una settimana. Preparare un terreno umido e sterile e inserire il cucciolo abbastanza in profondità in modo che rimanga diritto. Tenere il contenitore in una luce moderata dove le temperature sono calde e in alcune settimane inizierà a radicarsi. La cura dei cuccioli è uguale a quella delle piante adulte.

Scopri la propagazione delle piante delle epifite

Video: I nuovi allestimenti della Serra delle succulente e della Serra tropicale all’Orto Botanico

Like this post? Please share to your friends:
Lascia un commento

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!:

cache:yes / mysql:0 / gen:0 / memory:0.39 MB