Suggerimenti per la cura di un cactus a matita

La pianta del cactus a matita appartiene alla famiglia delle succulente euforbia. È una pianta dall'aspetto insolito che può immediatamente aggiungere interesse al succulento giardino. Trova suggerimenti su come prendersi cura di un cactus a matita in questo articolo.

Suggerimenti per la cura di un cactus a matita

La pianta del cactus a matita appartiene alla famiglia delle succulente Euphorbia. Un altro nome comune per la pianta è Milkbush a causa della linfa torbida che rilascia quando ferito. Prestare attenzione quando si prende cura di un cactus a matita; la linfa è tossica e può causare problemi in alcune persone. Il cactus a matita ha bisogno di alti livelli di luce e umidità moderatamente bassa. È una pianta d’appartamento eccellente e offre una silhouette interessante. Impariamo come coltivare il cactus a matita in casa.

Informazioni sulla pianta del cactus a matita

Il cactus a matita è una grande pianta originaria dell’Africa e dell’India. La pianta è ideale per luoghi caldi soleggiati al chiuso o in serra. La cura del cactus a matita è minima. L’euforbia tirucalli, o matita cactus, è una pianta tropicale che può diventare alta 30 piedi nell’habitat.

Gli steli sono sottili e leggermente dentati senza fogliame evidente. I rami hanno il diametro di una matita, che danno origine al nome. La nuova crescita all’estremità può essere tinta di rosa e avere piccole foglie che scompaiono quando il ramo matura.

Come prendersi cura di un cactus a matita

Un cactus a matita ha bisogno di pochissime cure e può persino essere trascurato se è piantato e situato correttamente. Il terreno deve essere leggermente granuloso e ben drenante. Il contenitore da utilizzare potrebbe essere una pentola non smaltata che consentirà l’evaporazione dell’umidità in eccesso.

Le piante di euforbia sono abbastanza adattate agli ambienti con fertilità limitata e la cura del cactus a matita richiede una sola fecondazione in primavera. Il sole pieno e le temperature di almeno 65 F. (18 C.) o più calde sono necessarie quando si impara a prendersi cura di un cactus a matita.

Il cactus a matita è facile da coltivare. Avrà bisogno di acqua circa ogni due o tre settimane in estate ma nessuna acqua in inverno. Lasciare che la pianta si asciughi tra un’irrigazione.

Quando si prende cura di un cactus a matita, occorre evitare la linfa. Anche la protezione degli occhi è necessaria perché la pianta del cactus a matita produce una tossina che può causare una reazione anafilattica. Nella maggior parte dei casi può essere eliminato con antistaminico ma a volte si verificano reazioni più gravi e difficili da eliminare.

Suggerimenti per la cura di un cactus a matita

Cura delle talee di cactus a matita

Il cactus a matita è molto facile da propagare con talee. Si deve prestare molta attenzione quando si raccolgono e si piantano questi per evitare la linfa, ma le talee radicano prontamente. Avrai bisogno di piccoli vasi, un mezzo senza suolo per prevenire la putrefazione e gli agenti patogeni e una bottiglia appannante. Prendi le talee con una lama di rasoio sterile e lasciale asciugare per due giorni per formare un callo. Inserire le talee nel mezzo con almeno un pollice di profondità e nebbia.

La cura del taglio di un cactus a matita richiede poca luce e leggermente più umidità rispetto alle piante già consolidate. Una volta iniziata la nuova crescita, introdurre gradualmente la pianta a una luce più elevata e ridurre l’irrigazione. Il cactus colpirà il tuo soffitto in pochi anni, quindi non aver paura di potarlo e usare le talee per creare nuove piante di cactus a matita.

Video: 5 idee per decorare i tuoi vasi per le piante

Like this post? Please share to your friends:
Lascia un commento

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!:

cache:yes / mysql:0 / gen:0 / memory:0.39 MB