Usi di basilico thailandese – Impara come piantare basilico thailandese

Con le loro adorabili foglie venate viola su uno sfondo verde scuro lucido e lussureggiante che spuntano da steli viola, le piante di basilico tailandese sono coltivate per le loro qualità culinarie e ornamentali. Leggi qui per maggiori informazioni.

Usi di basilico thailandese - Impara come piantare basilico thailandese

Con i loro deliziosi steli viola e foglie venate viola su uno sfondo verde scuro lucido, le piante di basilico thailandese vengono coltivate non solo per i loro usi culinari ma anche come un esemplare ornamentale. Continua a leggere per ulteriori informazioni sull’uso del basilico tailandese.

Informazioni sulle piante di basilico tailandese

Il basilico tailandese (Ocimum basilicum var. Thyrsiflora) è un membro della famiglia della menta e come tale ha un sapore particolarmente dolce reminiscenza di anice, liquirizia e chiodi di garofano. Popolare tra le cucine di Thailandia, Vietnam, Laos e Cambogia, il basilico thailandese in crescita ha un aroma gradevole simile al basilico dolce ed è generalmente usato fresco nelle ricette.

Chiamato anche “Thai dolce”, # 8217; Le piante di basilico tailandese crescono fino a un’altezza compresa tra 12 e 18 pollici con foglie lunghe da 1 a 2 pollici su steli viola con fiori viola. Come il basilico dolce, il basilico tailandese è una pianta perenne.

Come piantare il basilico tailandese

Se osserviamo come piantare il basilico tailandese nel giardino di casa, la nostra prima preoccupazione è ottenere le piante. Il basilico tailandese può essere acquistato dal vivaio o iniziato dal seme. Se la scelta è acquistare dal vivaio, prendi anche una pianta di rosmarino. Il rosmarino e il basilico tailandese lavorano bene piantati insieme poiché godono di un terreno ben drenato, acqua e fertilizzazione simili.

Maneggia le piante con cura, in quanto sono abbastanza delicate. Pianta il nuovo basilico in una zona soleggiata, annaffia e fertilizza con un’emulsione di pesce ricca di nutrienti o una soluzione di alghe due o tre volte durante la loro stagione di crescita attiva.

Il sole è un ingrediente chiave. Le piante di basilico tailandese hanno bisogno di almeno sei ore di luce solare diretta per prosperare.

Annaffia settimanalmente, ma tieni l’acqua lontana dalle foglie; acqua dalla base. L’eccesso di acqua farà ingiallire e cadere le foglie e l’irrigazione farà soffrire fiori e gemme, quindi è importante raggiungere un equilibrio quando si innaffia il basilico tailandese.

Raccolta del basilico tailandese

Quando raccogli il basilico tailandese, ricorda di essere gentile perché le foglie si ammaccano facilmente e non vuoi che ciò accada fino a quando non le userai. Raccogli le foglie al mattino quando i loro oli essenziali sono al culmine e il sapore del basilico thailandese in crescita sarà un premio. Inoltre, annaffia il basilico tailandese prima della raccolta per intensificare il sapore.

La coltivazione del basilico tailandese tende ad essere più compatta rispetto ad altri tipi di basilico, quindi raccogli in cima a un gruppo di foglie; altrimenti, lo stelo marcirà. Se commetti un errore, taglia lo stelo fino alla prossima serie di foglie. A meno che tu non stia coltivando basilico tailandese come ornamentale, taglia il fiore diversi giorni prima del raccolto in modo che la pianta possa concentrare tutta la sua energia sulle foglie. Quando raccogli la tua pianta di basilico tailandese in crescita, portala a circa 6 pollici.

Usi di basilico thailandese - Impara come piantare basilico thailandese

Usi di basilico tailandese

Ora che hai raccolto il basilico, che cosa hai intenzione di fare vero? Alcuni usi di basilico tailandese sono di infondere con aceto o olio, insaporire Pho con menta e peperoncini, preparare il tè o abbinarli alla maggior parte dei piatti di pollo, maiale o manzo. Le ricette online includono una per la produzione di birra al basilico tailandese e una ricetta per il pesto di basilico tailandese con arachidi, aceto di riso, salsa di pesce e olio di sesamo, che rimarrà in frigorifero per una settimana. Yum!

Il basilico tailandese viene solitamente usato fresco, preferibilmente subito dopo la raccolta, ma puoi anche tagliarlo o farlo passare attraverso un robot da cucina e congelarlo in vassoi per cubetti di ghiaccio. Una volta congelati, rimuovili dal vassoio e conservali in sacchetti richiudibili nel congelatore per un massimo di due mesi.

Il basilico tailandese può anche essere usato come trattamento aromaterapico contusando le foglie e inalandone l’aroma. Possono anche essere lividi e strofinati sotto gli occhi e sulla fronte per una pausa rilassante da una lunga giornata stressante.

Video: Come coltivare in idroponica, ciclo completo dalla germinazione alla raccolta TUTORIAL

Like this post? Please share to your friends:
Lascia un commento

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!: